A Capaci otto compagnie teatrali si sfidano in ricordo di Falcone e Borsellino



Banner DE mese 468x60

Hanno lavorato giorno e notte, senza guardare mai l’orologio, cucito il sipario e curato tutto nei minimi dettagli.

Sarà inaugurato domani a Capaci il primo festival del teatro amatoriale Falcone e Borsellino organizzato dai Teatranti Instabili. Una manifestazione pensata e realizzata da chi è nato e cresciuto a  Capaci  e vuole dare nuovo impulso al territorio, proprio nel giorno in cui si ricorda un eroe: Giovanni Falcone.

Otto compagnie teatrali in concorso e quattro spettacoli fuori concorso sul palco allestito nell’atrio interno della scuola elementare Alcide De Gasperi dd Gaetano Longo (via J.F. Kennedy).

Alle 21 il taglio del nastro, segue un intervento musicale del mezzosoprano Lorena Scarlata Rizzo che canterà “Colapisci” accompagnata da Francesco Davì alla chitarra. “Abbiamo scelto di aprire in questo modo il nostro festival – dice Maria Ansaldi, direttrice artistica della manifestazione che insieme al d irettore tecnico Francesco Davì ha lavorato instancabilmente per donare a Capaci il suo festival –  perché Colapesce è un eroe siciliano e questa vuole essere una festa dedicata a due eroi che hanno investito la loro vita a combattere la mafia per un futuro migliore. Il nostro vuole essere un contributo, una memoria attiva affinché il loro sacrificio non resti fine a se stesso. Il festival è finanziato esclusivamente da commercianti del territorio e non, singoli cittadini e dai bambini della scuola elementare che ci ospita”.

Presenta la serata la giornalista Giada Lo Porto che indosserà un abito creato da Francesco Davì per conto dei Teatranti Instabili e che rappresenta Capaci.

Iniziano a intrattenere il pubblico  i bambini della scuola elementare che diventano poeti per una sera e Myriam De Luca.  Ospiti della prima serata Dario Greco, presidente Aiga (associazione italiana giovani avvocati); il procuratore Alfredo Morvillo; il professore Pippo Romeres; il consigliere comunale Giulio Cusumano; Matteo Pezzino, vicepresidente Confartigianato Imprese Palermo e membro del comitato nazionale antiracket e antiusura; Rocco Battaglia, presidente associazione Terra Vecchia che si occupa di recuperare e tramandare la storia di  Capaci  e Vincenzo Perricone, presidente dell’associazione Siciliano.

Presenti il sindaco di  Capaci  Sebastiano Napoli, il comandante della caserma dei carabinieri di  Capaci  Paolo Antonio Conigliaro e il vice comandante Antonio La Rocca.

La prima serata prosegue con un dialogo tra la presentatrice e gli ospiti dal titolo “La bellezza salverà il mondo”. Poi a intrattenere il pubblico lo spettacolo “Incontri” di Gino Bonanno  Chiude la serata il duetto scoppiettante delle Serio Sister.  Presente anche Davide Morici, presidente della categoria “Turismo e Spettacolo” di Confartigianato Palermo che ha dato il gratuito patrocinio  alla manifestazione: “Sono fermamente convinto  che l’unico modo per superare la mafia è la cultura  – dice – chiunque crea con le mani e con la mente è un artigiano, solo la cultura ci può salvare, può allontanare le persone dalla strada e dalle logiche che ancora oggi esistono. Nei giovani vedo già voglia di cambiamento ed è importante che il cambiamento parta proprio da Capaci”.

Partner della manifestazione Radio Time, Rta Radio tivù azzurra, Rpc Radio Palermo centrale e Trm.

Ogni serata a partire dalle 21 si esibirà una compagnia diversa. Tra quelle in concorso L’Armonia (17 giugno), Gli amici dell’arte (24 giugno), Spes In Arte (30 giugno), La compagnia del divano (1 luglio), Associazione Culturale Capuana (8 luglio), Associazione Vivi il territorio (15 luglio), I Frastornati (19 agosto), F.I.T.A. Roma (26 agosto).

Fuori concorso: La piazza degli artisti con la partecipazione di Fabrizio Romagnoli (22 luglio), A spasso con l’opera con Rosolino Claudio Cardile (tenore), Natasa Kàtai (soprano) e Lorena Scarlata Rizzo (mezzosoprano) (29 luglio), I Teatranti Instabili (5 agosto) e La Compagnia dei Vitelloni (12 agosto).

Il festival termina il 2 settembre con la serata di gala. Domina la passione del tango argentino con Silvina Larrea e Pablo Pouchot che danzeranno sul palco scaldando gli animi. Seguono le premiazioni. A scegliere i vincitori una giuria di settore più uno spettatore sorteggiato ogni sera.

La serata d’apertura è gratuita.

Il costo di ogni singolo evento è 3,50 euro, previsto un abbonamento per l’intero festival al costo di 30 euro. Per informazioni, biglietti e abbonamenti scrivere alla mail  festivalfalconeborsellino@gmail.com

oppure contattare al numero 3284455075.



banner Tuttopiù anno 300x250

Leave a comment

Your email address will not be published.


*