In Costiera Amalfitana il 29 agosto sarà Natale



Banner DE mese 468x60

Domani sarà Natale a Minori con la XXIII esima edizione di Gusta Minori. La grande opportunità di entrare nel Presepe Dipinto. Nel cuore della Costiera Amalfitana si vivranno l’atmosfera del Natale entrando nel ‘700 napoletano.



banner Tuttopiù anno 300x250

Questo presepe è realizzato con acrilico su tavola intagliata, in un granaio del Settecento con volte a vela e nasce come esperimento didattico nei primi anni Ottanta a Sondrio. Inizialmente, l’opera è stata creata ricontestualizzando citazioni di Adorazioni e Natività tra il Trecento e il Seicento. Al suo interno più di 100 figure la cui altezza varia dai 50 ai 180 cm con tutte le Natività dal ‘300 al 600 dei più grandi artisti europei da Giotto, Botticelli, Raffaello e la pittura veneta. Sono riprodotti però anche pastori storici del ‘700 napoletano. Ad esempio ho preso l’Adorazione dei Magi di Gentile da Fabriano ed ho sostituito la Madonna con quella del Correggio, mentre San Giuseppe è il San Giuseppe del Murillo autore spagnolo del ‘500. Tutto questo lo si vedrà a Minori, in Costiera Amalfitana”. Lo ha dichiarato Giacomo Palladino, esperto in Storia dell’Arte e creatore del Presepe Dipinto. “Dopo la fase sperimentale a Sondrio – ha proseguito Palladino – l’opera si è poi sviluppata di anno in anno, a Minori, arricchendosi e ampliandosi con nuove idee, scene e figure, tratte anche da tradizioni e sentimenti popolari.

La visione ultima è quella di un Vangelo della Natività che viaggia dall’Annunciazione fino alla Fuga in Egitto, snodandosi attraverso la Visitazione, il sogno di Benino, la Natività. Il tutto è diviso in scene armonicamente distinte, sfruttando anche le caratteristiche dell’ubicazione: un antico granaio del Settecento con volte a vela.

L’obiettivo dell’opera è quello di far coesistere epoche e stili, culture e narrazioni differenti in un effetto finale di ibridismo artistico-culturale che scommette sulla qualità, sullo spessore artistico e sul risultato finale, avendo rispetto per il sentire di ognuno senza distinzione gerarchica fra cultura aulica e sentimento popolare”.

Il Presepe si trova nella parte centrale del paese.

Domani inizia dunque Gusta Minori 2019. Attese migliaia di persone, soprattutto turisti provenienti da tutto il mondo e stampa estera.

Traghetti speciali ogni giorno da Salerno alle ore 18 ed alle ore 20 con rientro da Minori alle ore 24 e 30

Ci saranno Le Vie dell’Arte:

Accussì Natalea sarà la parte artistica che vedrà 200 comparse, 30 attori, con 18 spettacoli di cui ben 6 a sera e per 3 sere, 2 corpi di ballo, 4 scenografi, un allestimento che si preannuncia di grande effetto artistico ed emotivo, nei vicoli, nelle piazze: un esempio sarà rappresentato dall’ambientazione del 700 Napoletano che si intreccerà in pochi secondi con sonorità e quadri Hip Hop. Poi videomapping ad effetto. Alle ore 21 di Giovedì 29 Agosto, Venerdì 30 Agosto e Sabato 31 Agosto, tutto si fermerà e sarà Natale con decoro urbano natalizio, pietanze del Natale. In contemporanea entreranno in azione le scene.

Abbiamo voluto rappresentare con Accussì Natalea la vera tradizione teatrale legata al Natale. Si parte dall’icona dei due personaggi partenopei della Cantata dei Pastori, Razzullo e Sarchiapone, smarriti in Terra santa, all’epoca della Nascita del Redentore. Allora come oggi, molte persone si ritrovano smarrite – ha dichiarato l’artista Lucia Amato che da 23 anni è autrice dei testi drammaturgici de Le vie dell’arte a Gusta Minori – senza patria, in un incontro/scontro tra diverse civiltà. È il messaggio parallelo ed insieme intersecante con la sua “Profezia” di Pier Paolo Pasolini. Pasolini ci dice che la rivoluzione verrà dagli emigrati del terzo mondo che andranno a nord ovest (e dunque in Francia, in Inghilterra, in America) portando il cambiamento. E lo fa usando un personaggio come Trotzky, che teorizzò la rivoluzione globale “Poi col Papa e ogni sacramento andranno su come zingari verso nord-ovest con le bandiere rosse di Trotzky al vento…”.

Protagonisti di questa scena, che sarà rappresentata nel peristilio della Villa Romana Marittima di Minori saranno Benedetto Casillo e Giovanni Mauriello, fondatore della Nuova Compagnia di Canto Popolare .

Altra figura di punta di questa edizione del Gusta Minori sarà Annarita Vitolo, reduce dai successi dell’Amica Geniale. Impersonerà il doppio personaggio di Maria, la Madre del Signore e di Maria, donna di un capomafia. Da un lato la Madonna completamente asservita alla volontà di Dio, che con il suo “Fiat” ha cambiato le sorti dell’Umanità, dall’altra Maria, donna al fianco del volere perverso della mafia, che però specchiandosi e scontrandosi con la Madre di Dio, comprende che il suo essere sottomessa non cambierà nulla, anzi sarà la rovina dei suoi figli. Perciò comprende l’inutilità di un atteggiamento che fa solo male e provoca in lei solo vergogna. È il risveglio di una coscienza che porta al risveglio delle coscienze di tanti, al risveglio del mondo”. Lucia Amato è coautrice del format Accussia Natalea con Gerardo Buonocore, autore delle splendide musiche e Direttore Artistico di tutto l’evento.

Tutto avverrà in contemporanea. Alle ore 21, tutto si fermerà e partiranno le scene in più punti della città. Scene che dureranno circa 25 minuti e che si svolgeranno a ripetizione fino alle ore 24 di ogni sera, fino a Sabato 31 Agosto.

Ed ecco che mentre nella Basilica di Santa Trofimena avremo la scena di Quanno nascette Ninno, in Piazza Garofalo ci sarà Te piace ‘o presepio, nell’Area Archeologica della Villa Romana ( del Primo Secolo d.C.) la Terza Scena dedicata al Viaggio di Razzullo e Sarchiapone, i due personaggi del Presepe Napoletano con dialoghi, canti e musiche aggiunte al testo della tradizione popolare nel corso dei secoli. La Quarta scena sarà Lacreme napulitane, in Piazza Umberto.

Vogliamo fare un viaggio; un’esperienza che ci riporti temporaneamente indietro a ricreare ambienti magici, a regalare emozioni suggestive legate al periodo dell’anno più sentito, intriso di misteriose tradizioni. L’arte, in quanto tale, ha un valore assoluto e certamente non può essere limitata a momenti precisi e unici, ecco perché l’idea di proporre questo tema – ha affermato Gerardo Buonocore, Direttore Artistico di Gusta Minori, ideatore del format “Accussia Natalea” ed autore delle musiche – non è quella di far rivivere l’atmosfera natalizia nei sui aspetti puramente religiosi, ma bensì di estrapolare e riproporre in maniera del tutto originale e anche inedita, la parte laica del Natale, attraverso la ricca letteratura teatrale e musicale del nostro territorio. Vogliamo riproporre la enorme produzione artistica, quella partenopea, di questo periodo dell’anno che unisce il mondo tra fede, culto, miti, folclore, usanze tramandate, servendosi della metafora della luce, della stella, simbolo di vita, della vittoria del bene sul male, della conoscenza, della consapevolezza sull’ignoranza, della rettitudine sulla prevaricazione. La festa che si estrinseca preparando la tavola imbandita per il pranzo di Natale, il momento sacro della famiglia, nonostante tutto; la malinconia, la tristezza che evoca per tutti coloro che non sono presenti, momentaneamente o definitivamente, il presepe simbolo della tradizione napoletana, una scena nella scena, antidoto alla quotidianità triste e opprimente, sono i pezzi di un collage da ricostruire. Una nuova realtà “accesa”, non solo a Dicembre, ma in ogni momento opportuno, come “celebrazione della vita”. E in quelle tre giornate la stampa avrà un’infinità di opportunità”.

Le Vie del Palato ed il Sentiero dei Limoni.

Dalla archeologia con la Villa Romana, al Sentiero dei Limoni. A Minori la lavorazione della pasta artigianale.

La stampa che verrà a Gusta Minori – ha dichiarato, Antonio Porpora, Direttore di Produzione dell’evento – avrà la grande opportunità di visitare, filmare e vedere la Villa Romana del I. Secolo d. C. con esperti e storici del luogo ma anche di immergersi in un Sentiero meraviglioso per profumi e colori: il Sentiero dei Limoni. Un tempo i borghi della Costiera Amalfitana erano collegati da piccoli sentieri di montagna e mulattiere. Si tratta delle prime vie di comunicazione avute in Costiera. Una di queste è il Sentiero dei Limoni da Maiori a Minori e viceversa, passando per il pittoresco villaggio di Torre, con la chiesa di San Michele Arcangelo risalente al X secolo. Lussureggianti terrazzamenti di limoni, come non citare il limone “Costa d’Amalfi IGP”, sono protagonisti di questo sentiero davvero unico al mondo e che è possibile ammirare solo venendo in Costiera. Lunghe scalinate si fanno spazio tra casette bianche, limoneti e freschi cortili. Dal belvedere della “mortella” (termine dialettale della pianta di mirto) si domina tutto il paese di Minori con l’imponente Basilica di Santa Trofimena ed il suo campanile, la spiaggia, Torre Paradiso, Ravello, le montagne di Scala ed Agerola e, più in lontananza, Amalfi ed Atrani. Minori è la Città del Gusto, la patria della pasta artigianale della quale vedremo la lavorazione dal vivo!”.

Ecco perché a Minori sarà Natale il 29 Agosto.

La città avrà l’atmosfera natalizia anche se in quella data sarà Estate. Ed ecco che avremo vie addobbate a Natale, ma addirittura ci saranno eventi davvero natalizi – ha dichiarato Andrea Reale, sindaco di Minori – dai prodotti alla gastronomia, dagli eventi al decoro. Questa sarà una delle tante novità della ventitreesima edizione di Gusta Minori. E’anche una strategia precisa che tende a lanciare le tradizioni non estive, già a fine Agosto, in modo tale che i turisti possano almeno in parte vederle e raccontarle. La Costiera punta alla destagionalizzazione. Il messaggio chiaro: è possibile venire in Costiera sempre durante tutto l’anno, per vivere il mare ma anche i sentieri storici come quello dei Limoni. Ed ecco che lanciamo una grande novità: a Minori sarà Natale anche a fine Agosto e Giovedì 29, Venerdì 30 e Sabato 31 Agosto per Gusta Minori, evento di interesse nazionale che da 23 anni vede la partecipazione delle più importanti realtà della gastronomia, tutta la città sarà un teatro. Nei vicoli, nell’Area Archeologica della Villa Marittima Romana, ogni angolo della città avrà scene natalizie e rappresentazioni teatrali e canore”.

Gusta Minori è organizzato dall’Associazione Gusta Minori Corporation con SCABEC ed il patrocinio del Comune di Minori.

Leave a comment

Your email address will not be published.


*